Make your own free website on Tripod.com

2 di pikke scovati in rete

 

1. No, guarda, è un periodo che sono distratta da cose più grandi di me. Devo prendere delle
decisioni che non so prendere, e così la mia percezione delle cose è confusa e incoerente…

2. L'ultima cosa che vorrei fare è ingannare qualcuno, a cui soprattutto tengo, così per gioco.

3. Stare con te mi piace perché sei una persona davvero interessante e in gamba, ma il mio
cuore è preso interamente da un'altra persona (che notoriamente non la caga di striscio).

4. Da tanto tempo questa cosa mi prende, al punto che non mi ritengo neanche più sul
mercato… (dice lei: poi la dà via come un frisbee).

5. Il mio ideale sarebbe farti felice in qualche modo, ma ovviamente non nel modo che mi chiedi
tu… (forse voleva comprarmi un gelato?).

6. Sono ovviamente lusingata da quanto mi dici e questo non ti sminuisce certo ai miei occhi;
anzi…

7. Mi dispiace dovertelo dire così, ma su queste cose non si può mentire agli altri e soprattutto a
sé stessi.

8. Anyway (sic!), non so neanch'io dove sto andando a parare: ho un po' perso il filo della mia
vita.

9. La mia risposta non è "no", ma "mi dispiace".

10. Tu sei una persona capace di rendere felice gli altri, perché si vede che sei pieno di
attenzioni, ma a me manca quel "clic" necessario a un vero amore.

11. Mi spiacerebbe moltissimo perderti, ma so che non ti posso imporre niente.

12. Tu mi hai offerto tutto. Io non ti offro nulla in cambio, lo so, se non la mia amicizia.

13. Se non potremo più vederci perché per te è senza senso lo capirò, anche se mi dispiacerà
moltissimo.

14. A te la scelta sul da farsi ora: qualunque cosa farai sarà sicuramente giusta. Io spero di non
doverti perdere per sempre, ma… c'est la vie, n'est-ce pas?.

15. Tu mi piaci molto, sì, mettiamoci insieme…, ma dopo l'estate!

16. Io, cosa, con chi ?!?

17. Io e te insieme? (risata) Ma dai, sii serio!

18. Tu sei un bravo ragazzo(/a): meriti di meglio.

19. Non ti merito.

20. Non sei tu che non vai bene per me: sono io che non vado bene per te.

21. Guarda, mi prendi alla sprovvista; dovrei pensarci, ma intanto continuiamo a vederci …

22. Non posso perché ti voglio troppo bene!

23. No, guarda, le donne come me sono destinate a rimanere sole.

24. No, guarda, ti stai rendendo ridicolo (eventualmente: anche nei confronti di te stesso), e poi
non sopporto gli uomini che piangono.

25. Guarda, un uomo che piange non piace a nessuno, tanto meno ad una ragazza… e lasciami il
braccio, cazzo!

26. (Lui in lacrime. Lei, rifacendogli il verso:) Gnê… gnê… gnêêê.

27. (Lui le passa un braccio sulle spalle. Lei:) Dai, mi fai caldo… (lui non accenna a
retrocedere: dopo cinque secondi, scrollando le spalle, con una smorfia) Daiii !

28. Può darsi che ci ripensi: è il momento che è sbagliato, non la persona.

29. Ma no, dai. E poi non sarebbe corretto nei confronti di Marco (che la sta tampinando da una
vita, ma di cui a lei non frega un accidente).

30. Ma no, dai. E poi non sarebbe corretto nei confronti di Luisa (amica di lei che lo sta
notoriamente puntando, ma che lui altrettanto notoriamente non sopporta). [N.d.r.
Attenzione alla differenza con la n.29!!]

31. Alle volte mi chiedo chi sono, da dove vengo, dove vado: non ho trovato risposte per me
stessa, figuriamoci per un altro.

32. Ma sei ubriaco? (sa benissimo che lui non ha bevuto niente)

33. Io non posso pensare a te se non come a un buon amico o a un fratello…

34. (Con tono decisamente seccato) No! non adesso!

35. (Con tono di rimpianto) Se me lo avessi chiesto un mese fa…

36. (Con stupore) Ma no! Cosa hai capito? … o forse è colpa mia che ti ho illuso? … ti ho dato
delle speranze in qualche modo?

37. (Con tristezza) No, meglio di no, siamo troppo diversi e troppo uguali allo stesso tempo. Non
potrebbe funzionare.

38. Cosa credi, certe cose costa più a me dirle che a te sentirle.

39. No, guarda, lasciamo le cose così come stanno: non roviniamo tutto.

40. Non che mi dispiaccia: mi aspettavo che prima o poi saremmo arrivati a questo punto, ma mi
sembrava che tu avessi già capito dai miei atteggiamenti come stanno veramente le cose.

41. È meglio se ne riparliamo con calma un'altra volta (lui è evidentemente calmissimo).

42. No, non posso rinunciare alla mia libertà.

43. (Lui) Potresti fermarti a dormire da me … (pausa imbarazzata) Io dormo sul divano. (Lei)
Su questo neanche si discuteva! E ora portami a casa.

44. (Lui, dopo tutta l'estate che ci prova, quando si rende conto che lei, che lo ha sempre
rimbalzato, sta prendendo il taxi per l'aeroporto) Perché non mi hai detto che partivi? (Lei,
come dando la più ovvia delle risposte) Perché non me lo hai mai chiesto. [N.d.r. Il
colloquio si è svolto in inglese, ma è stato tradotto per semplicità di
consultazione]

45. (Lui) Ti telefono la settimana prossima? (Lei) Si, si… semai anche quella dopo.

46. Ti chiamo venerdì! (Per due mesi silenzio, poi un giorno:) Ti ho chiamato almeno quattro
volte... ma era sempre occupato oppure non c'era nessuno.

47. Ma no, non è vero che sto cercando di mettermi col mio ex. Ma chi ti ha detto questa
stronzata? Ho il cuore libero ed aperto a qualsiasi nuova storia! (dopo un mese si rimette con il
suo ex)

48. Non ti posso promettere niente, sto facendo il servizio militare e sono sempre in giro per
missioni segrete. Non ci potremmo vedere mai!

49. Io ci tengo molto a te, solo che non è il momento ora che sto partendo e starò un anno
all'estero. Non ci potremmo vedere mai. (Tornava a casa tutti i weekend, ovviamente senza mai
farsi vivo)

50. Non ho più voglia di storielle del cavolo, ormai mi sono stufato. Se ora uscirò con una
ragazza sarà per sempre. Voglio trovare una donna da sposare.

51. Dái! senti che bella musica, andiamo a ballare.

52. Ci tengo troppo a te, e poi non sei il mio tipo.

53. "Mi lasci il telefono?" "Ma no, dammi tu il tuo." (Stefano Catta)

54. "Oggi e domani non posso..." "Beh! facciamo un'altra volta" "Ah, no. Io non faccio
programmi" (Gerri)

55. Vedi, a me piace conoscere gente nuova, ma poi finisce lì. (Anotjo Bruchuck)

56. (Lui:) Scusa se non ti ho chiamato, ma era brutto tempo. (Lei:) Tanto avevo altri
programmi, e poi non c'ero. (Gerri)

57. Vorrei stare con te, ma non ci riesco! (Paolina)

58. Sgomma!

59. No, guarda, non penso che sia una buona idea ...

60. Forse è meglio che ne parliamo un'altra sera

61. No: è il mio stomaco che me lo dice...!

62. Dài. forse non è il momento.

63. No, non me la sento.

64. No. guarda, è un periodo che devo lavorare molto... (e che cazzo c'entra ???)

65. I never mix business with pleasure. (internazionalmente geniale!) (SweetiePie)

66. Non ci conosciamo abbastanza.

67. No, il nostro segno zodiacale non sarebbe compatibile.

68. Toh, guarda, è arrivato Luigi...! (manovra improvvisa per distrarre e troncare di netto
l'approccio.)

69. No perché ho intenzione di trasferirmi a Roma

70. Sì, sto molto bene con te, ma nella mente aleggia ancora il fantasma del mio ex: devi
apettare (sta ancora aspettando!). (Pegasina)

71. Sai, in verità penso che non troverò mai nessuno con cui essere felice... Sono io che ho
qualcosa che non va! (Fedoro)

72. Deve essere bello amare una persona così tanto come tu ami me... Non mi è mai successo
(Lapos)

73. Prima che io e te riusciamo a stare bene assieme deve passare del tempo... (3 sec. pausa)
...molto tempo, almeno una decina d'anni. (Lapos)

74. Ho bisogno di tempo per pensarci, lasciami in pace e non farti più vedere per tutta l'estate;
ne riparleremo al ritorno dalle vacanze. (Ad ottobre inoltrato lui da perfetto masochista la cerca
e lei:) Sto bene così, senza di te, ho fatto la scelta giusta. (Mirko)

75. (Lei è a conoscenza di TwinPiks) Sono un po' imbarazzata... temo che dovrai aggiornare la
tua lista dei due di picche!. (Gerri)

76. No, abbiamo tempi diversi. Dovresti imparare a capire i miei ritmi. (Daysie)

77. Scusa, non capisco. (Anotjo Bruchuck)

78. Mi dispiace tu abbia frainteso i miei segni d' amicizia: se l'avessi immaginato non mi sarei
mai sognata di darti dei segnali "sbagliati" (il tutto mentre lei abbraccia lui strettissimo e, col
capo chino, fa sgorgare a comando una sincera lacrima di commozione). (Fedoro)

79. (Lei gli da un input imprudente e lui le salta letteralmente addosso. Lei:) Adesso tu prendi e
vai dai tuoi amici a raccontare che sono una figa di legno perchè tanto io con te non ci sto.
Capito? Non ci sto.

80. È inutile che insisti, tanto come ti ho già detto due anni fa io con te non ci scopo.

81. Vedi, il punto è che in questo momento non me la sento di avere una storia con nessuno e tu
sei una persona che vale troppo per rovinare questa amicizia che sta nascendo. Forse un giorno
sarà diverso ma in questo momento è così e ti chiedo di rispettare questa mia decisione. (Lui:)
Quando cambierai idea forse io non ci sarò più... (Lei:) Ne sono consapevole. (Paoletta)

82. (Lui le ha chiesto di diventare il suo amante) In questo momento sono troppo innamorata di
me stessa per accettare un ruolo secondario. (Paoletta)

83. (Lui le ha proposto di fare un giro) Sì, magari facciamo un giro a quella mostra con Xxx
(esperto d’arte, famosa checca) così ci dice qualcosa di quella giovane artista giapponese...
(Paoletta)

84. Il sentimento in questo momento non fa parte del mio universo. (Paoletta)

85. Guarda, non so cosa mi succede, ma mi prende malissimo... (Vale)

86. Prima di dire certe cazzate, ricordati almeno il mio nome ! (Saibaba)

87. Non ci posso fare nulla, non c'è la chimica ... (Camilla)

88. Ti conosco troppo bene, so di cosa tu hai bisogno... e ti posso assicurare che non è me che
vuoi. (Fedoro)

89. Irrazionalmente potremmo stare insieme... razionalmente no. (Camilla)

90. La mia vita è già abbastanza caotica: non mi confondere ancora di più le idee, ti prego.
(Domino)

91. Mi dispiace, in questi giorni riapre la stagione di caccia. Ciao, ci vediamo. (Korrias)

92. (Dopo aver passato due ore a parlare, lui cerca di baciarla. Lei:) È tardi, sono stanca, devo
rientrare. (GP)

93. Io ora sto con Guido, lui ha riempito tutti i buchi che tu hai lasciato liberi... in tutti i sensi !
(Kurgan)

94. Sparisci, rospo ! (Kurgan)

95. (Lui tenta un impacciato approccio:) Ciao, mi chiamo ... (Lei, con aria furbetta e altezzosa:)
Je ne parle pas italien! (Lui:) Pas de problemes, je parle francais. (Lei, fredda, girandosi da un
altra parte:) In questo caso non parlo nemmeno francese!!! (Korrias)

96. È ora che cambi il cellulare, non funziona mai e c'è sempre la segreteria telefonica, e tu sai
che io odio lasciare i messaggi in segreteria. (Il cellulare funziona benissimo e non ha la
segreteria telefonica) (Phillo)

97. Guarda, io non potrei mai mettermi con l'ex ragazzo di una mia amica. (Evidentemente
quella a cui ha fatto da testimone di nozze e di cui si è scopata il marito al ritorno dal viaggio di
nozze è una semplice conoscente) (Phillo)

98. Facciamo che stiamo almeno un mese senza vederci, così capiamo se la cosa è una cosa
seria. (Evidentemente non era una cosa seria: non l'ho più vista) (Phillo)

99. (usciti dal ristorante dove lui ha speso una fortuna, passeggiando in direzione dell' auto
lasciata intenzionalmente lontana) ... perché poi vedi, fai conto che fra noi non ci fosse soltanto
amicizia, ma un sentimento che ci legasse in maniera più, come dire, profonda....no? (lei:) ...uh
uh, pensa tu che verrebbe fuori. È quella la tua macchina? (Fedoro)

100. (Lui) Ciao, ti ho telefonato per chiederti se volevi uscire con me questa sera. (Lei) No
grazie, sai in questo periodo non ho testa!... (Dopo qualche tempoi, Lui) Ciao, come stai? Vieni
con me ad una festa? (Lei) No grazie, sai ultimamente ho perso la testa! (RicLaura)

101. (Lei lo aspetta a casa da un'ora, Lui le telefona) Pronto, sono un po' in ritardo perché è
venuto a trovarci l'ex di mia sorella. (Lei) Che centri tu con l'ex di tua sorella? (Lui) No è che
dovevo anche accendere il videoregistratore e... (Lei) Non è che ti è anche caduto un meteorite
nel giardino e ti sei fermato a spalarlo? (Lui) Sì. (Clara)

102. Sai, io non sono libero, in questo momento non è che mi sento in colpa, SONO in colpa. (Art)

103. (Lui) Vuoi qualcosa da bere? (Lei) No grazie, devo guidare. (Lui) Non ti preoccupare, ti
accompagno io (Lei) No grazie, abito molto lontano... (Bangi)

104. (Telegramma) Sentimenti mutati. Ritieniti libero. Stop (Fufa)

105. (Lui, dopo che lei lo ha accusato di avere la testa a cassetti) Sai, dopo l'altra sera non
riesco più a chiudere il cassetto... c'è sempre un calzino che spunta fuori. (Lei) Provaci meglio.

106. Il tuo compleanno? L'avrei detto che sei scorpione... Venerdì non mi scappi, ti chiamo di
sicuro per farti gli auguri! (Venerdì: ???)

107. (Lui) Simpatica la tua amica. (Lei) Lascia stare è fidanzata. (Lui) Non sono mica geloso, e
poi comunque di fianco a te scompaiono tutte... (Lei) Appunto, quindi lasciala stare.

108. Ma non ti senti un po’ ridicolo? (Poi, fissando il suo sorriso imbarazzato:) Almeno togliti
quel pezzo di insalata che ti è rimasto tra i denti ... (Caterina)

109. Non perdi tempo tu con le ragazze! Malauguratamente io ho tempi moolto lunghi.

110. Mi dispiace, ma qualcuno è stato più veloce di te.

111. (Lei) Non sei il mio tipo. (Lui) E com’è il tuo tipo? (Lei) Non ha niente a che vedere con te.

112. Guarda, questa è stata una serata perfetta: non la vorrai mica rovinare così?.

113. Credimi... (appoggiandogli una mano sulla spalla) non posso proprio.

114. No, guarda, io di solito non mi metto con i ragazzi più giovani di me perché so già che
sorgerebbero un sacco di problemi che non potrei sopportare.

115. Io sono una persona molto complicata con cui avere a che fare (il che non le ha impedito di
andarsene in vacanza con uno che aveva conosciuto solo 2 settimane prima).

116. (Lui) Vedi ora che ti ho detto che ti voglio bene... sto tremando. (Lei) Anch'io sto
tremando, la finestra è aperta ed entra un vento gelido. (Marco)

117. (Lui) Io sono libero, tu sei libera, perchè non ci occupiamo? (Lei) E che siamo, due bagni?
(Marco)

118. (Lei) È tardi (Lui) Ma no, dai, non è tardi ... (Lei) Per una serata come questa, è tardi. (GP)

119. (Ad un aperitivo: Lui) Cosa ne dici, andiamo a mangiare qualcosa? (Lei) Oggi non posso,
sentiamoci domani. (L’indomani, Lui) Allora cosa ne dici, ci vediamo, che so ... lunedì,
martedì.... (Lei) Ma, guarda, ho deciso che devo mettermi a dieta. (Lui) Beh, allora si può fare
un altro aperitivo. (Lei) La dieta comprende anche quelli. (Anotjo Bruchuck)

120. (Lui) Allora è un sì o un no? (Lei) Guarda, io vorrei che fosse un sì, ma so che è un no. 
(Maxine)

121. (Lui) Allora, ti aspetto davanti al cinema? (Lei) Guarda, facciamo così: se mi vedi vuol dire
che vengo se non mi vedi vuol dire che non vengo (da candidare all'Oscar per la sua
impareggiabile genialità).

122. (Lui) Allora mi chiami tu? (Lei) Va bé dai ci sentiamo... (Er meio)

123. Guarda al 99% vengo (non è mai venuta, al 100%!). (Er meio)

124. Niente di personale, ma non ti amo più. (Maxine)

125. (Lui) Sai, stiamo così bene insieme, che potremmo uscire insieme in un modo un po'
diverso da come stiamo facendo. (Lei) Guarda, non è per te, ma credevo di averti fatto capire
che non sono interessata ad uscire con nessuno in questo momento. (Anotjo Bruchuck)

126. No, sei fidanzato. (Colobraro)

127. Sei dolce come mai nessuno, ma io devo essere trattata male per amare! (Zanzo)

128. (Lui, in partenza) Non ti mancherò? (Lei) Certo che mi mancherai, chi mi pagherà la colazione
tutte le mattine? (Betty Red) 

129. (Lui, alla sprovvista) Hai impegni stasera? (Lei) Nnn...ssi si, purtroppo non posso uscire
con te. (Maraya)

130. (Telefonata ad un cellulare) Pronto, ciao (bla, bla...), e se uscissimo insieme questa sera?
(Lei) Cosa? pronto, pronto, pronto... la linea è disturbata non sento più niente, sono in una zona
senza campo... Ci sentiamo prossimamente, ciao. (Il telefono prendeva benissimo). (Maraya)

131. (Lui, con voce suadente e carica di speranza) Ti andrebbe di uscire con me sabato? (Lei)
Questo sabato non ho voglia di uscire e comunque prima di tentare di conoscere gli altri
dovresti conoscere te stesso. (Sailman)

132. (Lui) Ti vuoi mettere con me? (Lei) No, e comunque prima dovresti chiederlo a quella tribù
di bambini (brufoli, nda) che hai sulla fronte. (Sailman)

133. (Lui) Non sono il tuo tipo, e poi scorreggio a letto. (Lei) Si, eppoi anch'io scorreggio a letto.
(Beppe Viscardi)

134. Non ho bisogno di essere giudicata, ma di essere capita. (Peppe Viscardi)

135. (Lui) Ti telefono? (Lei) No, guarda perché... hmmm... (click!) (Giulio Longo)

136. Pensavo a te recentemente... (segue sorriso interlocutorio) (Fedoro)

137. Ti amo tanto ma non posso! Ora scusa vado a letto perche ho sonno. (Ryo Saeba)

138. Caro, sono innamorata di te, ti amo un sacco, ma non voglio amarti perché mi incasini la
vita. (Max Sanna)

139. In queste due settimane ho avuto degli sbalzi di umore, non sempre avevo voglia di vederti,
e tu non lo meriti, il venerdi e sabato è ancora sacro e poi... sta arrivando la primavera e l'estate
ma se torno faccio le cose giuste questa volta, credimi mi dispiace molto, io ci ho provato ma
non sono ancora pronto per una storia seria. Mi credi? (Berta Libellula)

140. Non credere che non ci abbia pensato, ma adesso non avrebbe senso gettarmi tra le braccia
di qualcuno. Forse un domani. E forse no. (Stefano Valentini)

141. (Lui) Perché non ci diamo la mano? (Lei) E a chi ce la dobbiamo dare, la mano? (G.Siculo)

142. Mi ha detto di dirti che non c'è ma comunque di lasciare un messaggio (G.Siculo)

143. Saresti anche simpatico... ma sei così cretino! (Giulio)

144. (Vivono in due diverse città. Lei) Ci vediamo a fine Giugno? (Lui, con voce terrorizzata)
Non pensavo che volessi vedermi così spesso! (È metà maggio!) (Small Size)

145. Ti presento una mia amica a cui piacerai sicuramente: lei impazzisce per quelli un po'
bruttini ma simpatici. (Maranza)

146. Sarò cretina, ma il sentimento o c'è subito o non c'è, non può arrivare dopo un pò di tempo:
tu sei un carissimo amico. (Oliver)

147. Mi dispiace ma la mia religione me lo vieta! (Susi)



148. Anche io ti amo, ma il mio è un amore che non può andare al di là dell'amicizia!
(Daria)(agitata!!!! da #Puglia irc!)

149. …Perchè vedi, tu non sei come gli altri. Tu sei diverso, mi capisci, io con te posso
parlare, confidarmi. Gli altri invece pensano sempre a una cosa sola. (Gufo)

150. Grazie della serata, ci sentiamo in settimana. (Tucan)

151. No guarda non posso uscire con te perchè ti considero un cugino anzi un fratello
(ci vediamo solamente qualche volta il sabato sera in discoteca e basta) (Paolo)

152. (Lui) Dove lo trovi uno come me? (Lei) Mmh..mi dai qualche giorno di tempo per
farti una lista completa? (Luciana)

153. Vabbè ..che devo dirti.. .non so..mi piacerebbe stare con te...anche essere la tua
tipa, eventualmente (anche se c'è parecchia differenza d'età..). Ma fare l'amore così,
con uno che non conosco e che che poi non rivedo... insomma, non è il mio genere,
credimi... poi magari sono un tipo sensuale, faccio molto l'amore... ma preferisco con
persone con cui ho un rapporto che dura nel tempo..una botta e via mi mette tristezza
e mi umilia... oh, ora te l'ho detto! sei contento? (Lucy)

154. Sono arrivata ad un bivio, inevitabilmente.. (Lucy)

155 (Lui) Senti, comunque non sai cosa di perdi. (Lei) Veramente sei tu che non sai
quello che ti sei perso. (Alex)

156. Non vorrei accorgermi troppo tardi che tu nonsei fatto per la vita di coppia. (Cricrì)

157. No, non è che non voglio stare con te, è che tu non me l'hai chiesto!

158. Al momento è tutto overbooked. Però puoi metterti in lista di attesa.

159. Non ho ancora reciso il cordone ombelicale che mi lega amia madre. (Masha)



I CORONAMENTI
vale a dire
COME SE NON BASTASSE
ovvero
OLTRE IL DANNO, LA BEFFA!
per la serie
IL DITO NELLA PIAGA
o anche
MA ALLORA, VAFF...!


a. Ma sì, ma sì che ci risentiamo, demonio!

b. (Lei, con atteggiamento da MAESTRINA CHE RIPRENDE, MA SOTTO SOTTO APPREZZA
IL COMPORTAMENTO DI UN DISCOLACCIO, agitando il dito indice in direzione del
duedipiccato) Telefonami però, eh?!.

c. Un giorno mi ringrazierai.

d. Perché, credi che io non ci soffra per niente ?

e. Tu non mi chiamare, ti chiamo io

f. Forse è meglio che per un po' non ci sentiamo

g. E togliti gli occhiali da sole che gli occhi sono la sola cosa bella che hai. (Lapos)

h. ... testina di cazzo... (Lapos) 



i. E su, dai, non fare così. (Nico)